Retrato do autor
10+ Works 227 Membros 7 Críticas

About the Author

Kate Crawford is a leading scholar of the social implications of AI. She is a research professor at USC Annenberg, a senior principal researcher at Microsoft Research, and the inaugural visiting chair of AI and justice at the cole Normale Suprieure.

Obras por Kate Crawford

Associated Works

Sand in My Bra and Other Misadventures: Funny Women Write from the Road (2003) — Contribuidor — 291 exemplares, 8 críticas
Design Emergency (2022) — Contribuidor — 7 exemplares

Etiquetado

Conhecimento Comum

Sexo
female

Membros

Críticas

 
Assinalado
filbo_2024 | Apr 23, 2024 |
Important book looking at the broader contexf of AI work, its dependencies and application. It offers many important critiques to actors from companies to states that are applying the technology without a sense of the potential risks.

The problem with the book is that it offers a critique that is impractical and unrealistic in its high ground standing. The style is typical of the kind of jiurnalistic expose’ that leaves you asking for a rational alternative.

Nevertheless this is a must read for anyone working with AI.… (mais)
 
Assinalado
yates9 | 3 outras críticas | Feb 28, 2024 |
"Read" as an audio book - definitely a great time investment. I wish I had read earlier.
 
Assinalado
RossFSmith2nd | 3 outras críticas | Oct 22, 2023 |
Ad un certo punto della vita alcuni argomenti vanno affrontati. L’intelligenza artificiale, ad esempio, è materia che mi ha sempre trovato freddo, il computer che decide, un pc che scrive sentenze, l’idea stessa che un bit possa sostituire il pensiero dell’uomo. Sono troppo tradizionalista per accettare passivamente questi scenari e, per carattere, scettico. La rivoluzione digitale che ho visto nascere mi è sembrata una delle peggiori rivoluzioni della storia, dal sovvertimento dell’ordine costituito sono nate nuove dittature, il bit si è sostituito al popolo, ma il concetto resta analogo. Questo libro della Crowford, chiaramente di parte, alimenta i miei dubbi. L’intelligenza artificiale ha come materia prima i dati; ma l’elaborazione dei dati richiede enormi hardware, minerali preziosi estratti in miniere collocate in aree poverissime del pianeta. Ma non solo; l’elaborazione dei dati richiede energia elettrica, gas, logistica e molte scelte delle grandi multinazionali derivano dalle politiche di sostegno pubblico. Ed è così che grazie agli Stati nazionali si vanno a formare delle potenze sovranazionali in grado di condizionare la libertà di tutti, di discriminare. L’algoritmo non è neutro, il dato inserito viene analizzato dalla macchina sulla base di alcune ipotesi iniziali che sono, inevitabilmente, la premessa degli sviluppi successivi. E le ipotesi non possono non tener conto delle finalità, di lucro e di potere, delle multinazionali che le mettono sul mercato. Giusto il titolo, né intelligente, né artificiale, inutile illudersi, i rischi sono enormi. Chiaramente è un libro di divulgazione all’americana, un po' di inchiesta, qualche accusa sparsa qua e là. Ma è un libro interessante.… (mais)
½
 
Assinalado
grandeghi | 1 outra crítica | Jan 10, 2023 |

Prémios

You May Also Like

Associated Authors

Estatísticas

Obras
10
Also by
3
Membros
227
Popularidade
#99,086
Avaliação
½ 3.4
Críticas
7
ISBN
11
Línguas
2

Tabelas & Gráficos