Picture of author.

Tullio De Mauro (1932–2017)

Autor(a) de Guida all'uso delle parole

99+ Works 358 Membros 10 Críticas 1 Favorited

About the Author

Image credit: Wikimedia

Obras por Tullio De Mauro

Guida all'uso delle parole (1986) 38 exemplares
Prima lezione sul linguaggio (2002) 25 exemplares, 1 crítica
La cultura degli italiani (2004) 24 exemplares, 3 críticas
Parole di giorni lontani (2006) 15 exemplares, 1 crítica
Introduzione alla semantica (1998) 14 exemplares
Capire le parole (1994) 13 exemplares
La fabbrica delle parole (2005) 8 exemplares
Parole di giorni un po' meno lontani (2012) 7 exemplares, 1 crítica
Lingua e dialetti (1993) 7 exemplares
Dizionarietto di parole del futuro (2006) 4 exemplares, 1 crítica
L'Italia delle Italie (1987) 4 exemplares
Leibniz, Humboldt, and the origins of comparativism (1990) — Editor — 2 exemplares
Le Parole e i fatti 2 exemplares
Ai margini del linguaggio (1984) 2 exemplares
In principio c'era la parola? (2009) 2 exemplares
Lezioni di linguistica teorica (2008) 2 exemplares
Dizionario etimologico (2000) 2 exemplares
Idee per il governo : scuola (1995) 2 exemplares
I casi greci e il nome del dativo (2005) 2 exemplares, 1 crítica
Minima scholaria 1 exemplar
Minima scholaria (2001) 1 exemplar
Le lauree brevi (1998) 1 exemplar
[No title] 1 exemplar
GUIDA ALL'USO DELLE PAROLE 1 exemplar, 1 crítica
Il nuovo esame di maturità (1999) 1 exemplar
Lingua e dialetti 1 exemplar

Associated Works

Course in General Linguistics (Open Court Classics) (1916) — Tradutor, algumas edições1,747 exemplares, 10 críticas
Le belle bandiere (1901) — Introdução, algumas edições39 exemplares
Profilo storico della linguistica moderna (1963) — Contribuidor, algumas edições26 exemplares, 1 crítica
Education and bilingualism (1986) — Prefácio, algumas edições8 exemplares

Etiquetado

Conhecimento Comum

Membros

Críticas

CORRIERE DELLA SERA, (LE PAROLE DELL'ITALIANO), VOL. 25, 2019
 
Assinalado
OresteKesselPace | May 7, 2022 |
Mi ritrovo spesso a parlare della cultura degli italiani, io che nemmeno potrei, citando articoli e libri, da De Mauro a Zucconi. E mi scontro altrettanto spesso con difese e elogi che contraddicono le statistiche indicate in questo libro e altrove. A nulla valgono le prove portate a sostegno di ciò che dici. Il campanilismo, o patriottismo, è troppo forte e a una critica sulla società si risponde come se la stessa fosse sull'individuo. È sconfortante rendersi conto che sembra non esserci via di uscita. Di anno in anno si precipita sempre più giù. Le sporadiche sacche disperse nel paese non danno speranza. La cecità delle classi dirigenti si trascina da decenni su una strada che ormai è talmente battuta che a ogni cambio di governo verrà percorsa dai nuovi ministri a occhi chiusi.
Nonostante alcuni Don Chisciotte che tentano, invano, di riformare il sistema scolastico e farlo somigliare a quello dei paesi dove le cose in questo senso vanno meglio e di riproporre la spinosa questione dell'apprendimento in età adulta.

Questo libro ti mette di fronte a cose che si ripercuotono sulla vita civile di tutti.
Quando dice che, secondo varie ricerche, l’incompetenza matematica e scientifica è un carattere nazionale accertato, che soltanto il 20,2% possiede le competenze minime di lettura, scrittura e calcolo indispensabili a muoversi in una società complessa o che il 74%, che pur avendo conquistato elevati titoli di studio, ha difficoltà grandi a capire o scrivere un semplice testo o ci riesce assai male, tutti dati riscontrabili in studi e ricerche diversi tra loro dove viene fuori sempre una percentuale di circa il 70% di popolazione incapace di capire quello che dicono i giornali (a prescindere dalla capacità di esporlo degli stessi) o di leggere un resoconto bancario, viene spontaneo collegare questo analfabetismo funzionale ai problemi che stiamo vivendo nella copertura vaccinale, alla facilità con la quale si crede alle panzane pubblicate e diffuse sui social network, al fiorire di individui che guadagnano su queste panzane, sfruttando quindi l’ignoranza dei creduloni o di quella enorme massa di persone che non avendo gli strumenti necessari per comprendere un testo scritto diffonde notizie, dopo averne letto solo il titolo, che portano a linciaggi mediatici, campagne di protesta contro pratiche scientifiche e tanto altro.
Non aiuta la faciloneria con la quale la stampa scrive gli articoli. Dove per un fatto di cronaca si possono avere anche una decina di storie diverse. Verifica dei fatti, questa sconosciuta.
Una catastrofe.
… (mais)
 
Assinalado
Atticus06 | 2 outras críticas | Jun 9, 2020 |
Che cos'è il linguaggio? Domanda intelligente: detto in altri termini, non si ha idea di quale sia la risposta. Tullio De Mauro ci tentò nel 2002 con questo libretto, che io ho letto nella versione edita dal Corriere della Sera. Inutile dire che nessuno può (poteva) tacciare De Mauro di scarsa conoscenza del tema: ho però trovato la prima parte troppo generalista e quindi poco interessante. Molto meglio la seconda parte, sempre di tipo generale ma con un maggiore uso di esempi pratici, e soprattutto con un utile confronto con quello che succede in altri sistemi informativi, come i versi degli animali, i linguaggi non verbali come la lingua ("le lingue") dei segni e la matematica, dove tra l'altro si fa notare la differenza tra quest'ultima, che è un linguaggio non-creativo mentre il linguaggio è "non non-creativo"; uno scioglilingua che ha un suo bel senso. (ah: a pagina 90 c'è un esempio matematico con un errore...) In pratica, dunque, un testo per i curiosi.… (mais)
 
Assinalado
.mau. | Jan 5, 2020 |

You May Also Like

Associated Authors

Sylvain Auroux Contributor
Marcelo Dascal Contributor
Stefano Gensini Contributor
E. F. K. Koerner Contributor
Jürgen Trabant Contributor
Christian Stetter Contributor
Tilman Borsche Contributor
Pierre Swiggers Contributor
Paolo Ramat Contributor
Robert H. Robins Contributor
Daniel Droixhe Contributor
Mario Barba Contributor

Estatísticas

Obras
99
Also by
4
Membros
358
Popularidade
#66,978
Avaliação
3.8
Críticas
10
ISBN
72
Línguas
4
Marcado como favorito
1

Tabelas & Gráficos