Página InicialGruposDiscussãoMaisZeitgeist
Este sítio web usa «cookies» para fornecer os seus serviços, para melhorar o desempenho, para analítica e (se não estiver autenticado) para publicidade. Ao usar o LibraryThing está a reconhecer que leu e compreende os nossos Termos de Serviço e Política de Privacidade. A sua utilização deste sítio e serviços está sujeita a essas políticas e termos.
Hide this

Resultados dos Livros Google

Carregue numa fotografia para ir para os Livros Google.

l' anello di re salomone por Lorenz Konrad
A carregar...

l' anello di re salomone (1949)

por Lorenz Konrad

MembrosCríticasPopularidadeAvaliação médiaMenções
1,439109,447 (3.94)19
Solomon, the legend goes, had a magic ring which enabled him to speak to the animals in their own language. Konrad Lorenz was gifted with a similar power of understanding the animal world. He was that rare beast, a brilliant scientist who could write (and indeed draw) beautifully. He did more than any other person to establish and popularize the study of how animals behave, receiving a Nobel Prize for his work. King Solomon's Ring, the book which brought him worldwide recognition, is a delightful treasury of observations and insights into the lives of all sorts of creatures, from jackdaws and water-shrews to dogs, cats and even wolves. Charmingly illustrated by Lorenz himself, this book is a wonderfully written introduction to the world of our furred and feathered friends, a world which often provides an uncanny resemblance to our own. A must for any animal-lover!… (mais)
Membro:nuvole
Título:l' anello di re salomone
Autores:Lorenz Konrad
Informação:
Colecções:A sua biblioteca
Avaliação:
Etiquetas:narrativa straniera

Pormenores da obra

King Solomon's Ring: New Light on Animals' Ways por Konrad Lorenz (Author) (1949)

  1. 00
    To Know a Fly por Vincent G Dethier (SurlyChurlish)
    SurlyChurlish: Entertaining introduction to natural science and animal behavior by one of its most distinguished scientists. Ably demonstrates that ingenious structuring of the natural environment and keen observation can result in sound fundamental science, without the need of a laboratory and expensive apparatus.… (mais)
  2. 00
    Dominion: The Power of Man, the Suffering of Animals, and the Call to Mercy por Matthew Scully (WildMaggie)
A carregar...

Adira ao LibraryThing para descobrir se irá gostar deste livro.

Ainda não há conversas na Discussão sobre este livro.

» Ver também 19 menções

Mostrando 1-5 de 10 (seguinte | mostrar todos)
L'ho trovato un po' sopravvalutato, se devo essere sincero. Capisco che Lorenz è stato il pioniere dell'etologia moderna, e vederlo fare da babbo alle papere è indubbiamente interessante e simpatico, ma alla fine ti resta quell'impressione di riciclo delle stesse due nozioni. ( )
  .mau. | Sep 17, 2017 |
King Solomon's Ring is considered a classic on the subject of animal behavior. Konrad Lorenz was an ethologist (someone who studies animal behavior) who raised many animals at his home to study. Although he raised the animals and kept them at his home, he gave them free range of his home and the world around him in order to get a more realistic view of their behavior in their natural environment. In this book, Lorenz tells the reader about his observations of a number of animal species. The writing of the books is observational rather than scientific and very accessible to someone without a science background. One thing I found especially interesting is how World War II seemed to have affected Lorenz. He was German and much of his research was done in the 1930s and beyond. Although the book is about his observations of the animals, there are times when he allows how the war affected him to seep into the writing. For example after observing two doves tear each other apart in when he put them together in a cage for breeding purposes he writes, "Only in two other instances have I seen similar horrible lacerations inflicted on their own kind by vertebrates: once, as an observer of the embittered fights of cichlid fishes who sometimes actually skin each other, and again as a field surgeon, in the late war, where the highest of all vertebrates perpetrated mass mutilations on members of his own species." I would recommend this book to anyone interested in animal behavior or animals in general. There is a fun section on dogs and how their behavior is influenced by their wolf or jackal ancestors. ( )
1 vote Cora-R | Jan 17, 2016 |
King Solomon’s Ring by Konrad Lorenz, an Austrian ethologist, is not your typical science book in that it is written with a less-scientific audience in mind. Complete with minimal illustrations from Lorenz, the book does not read like a scientific experiment that can be precisely duplicated, but more like a series of observations and anecdotes from a man who invited the wild into his home. Unlike King Solomon, Lorenz claims not to need a magic ring to learn the language of animals and to communicate with them. While there are discussions of domesticated and wild dogs, among other animals, Lorenz mainly focuses on the behaviors of the water shrew, his aquarium fish, and the Jackdaw.

While considered a premier examination of animal behavior and discussing in detail the phenomenon of imprinting, on some occasions he appears to anthropomorphize these animals, making them seem more human than they are, particularly when discussing their mating rituals. Lorenz also is very descriptive of the animals and their interactions with one another and with the humans who lived in the home and surrounding neighborhood. These descriptions, while interesting to a scientist, may border on tedium for others.

Read the full review:http://savvyverseandwit.com/2012/11/king-solomons-ring-by-konrad-z-lorenz.html ( )
2 vote sagustocox | Nov 15, 2012 |
In una civiltà moderna basata sul linguaggio e convenzioni sociali, caratterizzata dalla velocità, dal guardare ma non osservare questo è un buon antidoto
Pag 7-8 Gli animali devono essere liberi
Pag 9 Con le oche selvatiche l'unico metodo è l'ombrello rosso per farle spaventare
Pag 11 Da piccolo Lorenz aveva una scimmia che in sua assenza ha preso una lampada attaccata alla corrente e sbattuta contro l'acquario corto circuito.
Pag 12 Per certe ricerche di psicologia l'animale non deve aver avuto influenze dannose della cattività.
Pag 13 le oche allevate da Lorenz hanno un nome le altre un numero. Le oche selvatiche odiano gli spazi chiusi.
Pag 14 Per le oche il collo proteso è come lo scondinzolare del cane.
Pag 15-16 Lorenz mette la reticella per la pesca nello stagno per poi mettere in una boccia con l'acqua, poi lente di ingrandimento e microscopio
Pag 16 le piante hanno il ciclo come animali cioè assumono ossigeno e emettono anidride carbonica però quelle in accrescimento usano la Co2 per crescere ed espellono ossigeno in eccesso.
Pag 17 Pesci in eccesso in un acquario generano mancanza di ossigene che porta a morte, la morte diffonde i batteri.
Pag 17 se i pesci sono piccoli non serve pulire l'acquario gli escrementi concimano il fondo.
Pag 19 Ci vuole molto tatto per permettere all'acquario di avere armonia
Pag 20 Acquario economico e comune perchè racchiude una dimensione più naturale
PAg 21 La larva Dytiscus è un predatore voracissimo lungo 6 cm inietta un veleno che fa iniziare la digestione attacca anche l'uomo. Se hanno fame si aggrediscono anche tra loro e la meglio ce l'ha chi attacca per primo.
Pag 23 Aeschna è ago del diavolo è giallo e blu è una larva e poi diventa un'insetto. Non attacca animali grossi, ne aggunta i suoi simili.
Pag 27 la volpe è più stupida del lupo e del cane. I pesci non sono sani ma tormentati da malattie infettive.
Pag 28 lo spinarello è il pesce combattente sono molto passionali.
Pag 29 Il pesce combattente non riconosce il sesso di un suo simile a prima vista, ma da come si svolge la danza rituale.
Pag 30 la bellezza della danza fa apparire la situazione meno minacciosa.
Pag 31 lo spinarello è bellicoso inversamente proporzionale alla distanza dal nido
Pag 36 Il maschio del pesce combattente prende le uova in bocca e le mette nel nido lo fa velocemente se no la femmina si mangia le uova
Pag 37 il pesce persico sta con la propria compagna anche dopo aver allatato la prole. Per capire se riconosce quella precisa compagna prova a sostiuire la femmina con una femmina nella stessa fase dello sviluppo. L'esperimento parte una prima coppia fa da catalizzatore e l'altra coppia prova un'amore non corrisposto per gli altri che tra loro si ignorano. Spostati in un'altro acquario formano una famiglia terminato svezzamento avviene il cambio di compagne. Il maschio della prima coppia è parecchio indispettito di aver avuto il cambio della compagna l'aggredisce. Mentre il maschio numero 2 nessun problema di adattamento.
Pag 45 le taccole giocano nell'aria compiendo evoluzioni non innate, ma apprese
PAg 47 Pochi uccelli hanno una vita sociale e familiare evoluta come le taccole e di conseguenza i piccoli sono indifesi. Se i calami delle penne primarie si induriscono può volare.
Pag 49 In tutti i meccanismi sociali il cui oggetto non è determinato dall'ereditarietà bensì dall'esperienza individuale la taccola allevata da Lorenz era orientata verso di lui.
Pag 50 Gli uccelli allevati in isolamento non sanno a che specie appartengono un'oca innamorata di un gallo e ignora un suo simile. è irreversibile
Pag 54 La guida parentale anche per la difesa dai nemici
Pag 57 Se tiene in mano un oggetto ner penzolante Lorenz viene scambiate per un divoratore di taccole e aggredito. Se dovesse farsi una reputazione di killer di taccole sarebbe irreversibile.
Pag 60-61 Le taccole hanno la gerarchia data dalla sicurezza di sè. In cattività il despota vessa il paria in libertà al contrario difende i più deboli e il n°1 "litiga" con n°2 e via dicendo.
Pag 64 I coniugi hanno la stessa posizione di rango.
Pag 66 Sia le taccole che le oche fanno 1 anno di fidanzamento
PAg 68 Il fidanzamento per la taccola femmina comporta un notevole avanzamento di gerarchia
Pag 80 "chia" volo verso gli spazi aperti "chiu" torno a casa alla colonia
PAg 81 Gli uccelli sono estremamente indecisi, perchè ciò che manca negli animali è decidere coscientemente in favore di una determinata azione.
PAg 86 "come sarei grato al mio destino se anch'io nella mia vita potessi trovare anche una sola via che fosse seguita anche dai miei simili dopo qualche generazione...."

Pag 87 Il re Salomone parlava con i quadrupedi uccelli vermi grazie all'ausilio dell'anello poi quando un ucello informa del tradimento di una moglie Salomone getta via l'anello.
Pag 90 Il misterioso apparato di comunicazione e recezione inconscia dei sentimenti si atrofizzato con l'evoluzione del linguaggio verbale. Taccole o cani leggono gli occhi. I chia e chiù delle taccole non è linguaggio ma sbadiglio, aggrottamento fronte cose innate.
Pag 94 Come cavallo comprendono anche i più lievi movimenti espressivi perchè non colgono il significato del linguaggio verbale.
Pag 95 I cani se hanno esigenze usano segnali convenuti, ma si adattano anche alla situazioni usando altri segnali.
PAg 97 Il pappagallo cinerino straordinaria memoria, ma apprendimento di cose nuove lento
Pag 102-103 Unic caso di associazione di parola umana ad uno scopo è il corvo imperiale RoA che quando doveva volare via con gli uccelli faceva "cra cra" quando doveva allontanare Lorenz da una zona pericolosa faceva "roa, Roa, Roa"
Pag 109 L'oca Martina ha l'imprinting di Lorenz
PAg 114 Nelle escursioni ho portava solo Martina o tutti e 10 i fratelli che tra loro erano molto legati ma era tranquilli se facevo parte della maggioranza del gruppo
PAg 115 Anche le api e le formiche trascorrono gran parte della giornata a non fare niente
PAg 116 Non bisogna iperstimolare altrimenti si finisce per ottundere proprio ciò che si voleva studiare
Pag 119 Se diminuiscono le sillabe e il richiamo si fa più acuto è il segnale per le oche che si cambia luogo
PAg 121 Come nell'uomo anche nelle oche c'è un momento tra il bambino e il giovane (per le oche di poche settimane) dove la forma è disarmonica piedi sproporzionati le giunture grosse
PAg 124-125 Consigli su quali animali tenere acquario; uccellini; cane la felicità del cane dipende da quanto tempo trascorrerete con lui. Per il cane l'amicizia personale è tutto.
PAg 126 lo Storno un'uccello soprannominato il cane del povero diavolo
PAg 128 Lucherino è erbivoro quindi meno vorace ma più affezzionato il pettirosso mangia vermi è più "materialista".
PAg 130 Non allevare tartarughe è una lenta agonia per l'animale
PAg 132 Tenere in considerazione orario proprio e dell'animale nelal scelta.
PAg 139 Un'animale meno evoluto psicologicamente come l'usignolo soffre meno di una creatura più evoluta come un corvide.
PAg 144 Il leone è il più pigro di tutti gli animali da preda.I rapaci sono ucceli più studipi rispetto agli uccelli canori (mi sembra un poco in contraddizione con pag 139 ma forse mi sfugge qualcosa)
PAg 147 Volpi e lupi soffrono negli zoo e in gabbie. I cigni selvatici soffrono vorrebbero volare gli tolgono le penne per farlo.
Pag 148 Pappagalli e grossi corvi sofforno la noia.
PAg 151 Posizione protetta per non essere visti e vento contro permette di avvistare lepri che lottano "mad as a March hare" detto in inglese pazzo come una lepre in marzo.
Pag 155 Combattimento cruento tra tortore.
PAg 155 Lupi di Whipsnade parco presso Londra cani o sciacalli. Quando la disputa è risolta chi perde fa vedere il collo dove c'è la giugulare e chi vince non morde.
Pag 159 è un inibizione sociale. Proverbio vero "un corvo non becca l'occhio di un'altro corvo".
Pag 162 Il lupo il corvo hanno mezzi pericolosi quindi le inibizioni sociali hanno uno scopo, la tortora non ha mezzi pericolosi. Capriolo e tortora in cattività nei duelli fanno emergere assenza di inibizioni, in natura si allontanerebbero.
PAg 165 Gallinacei come tortore, ma tacchino no ha inibizioni.
Pag 163 Nei duelli tra tacchino e pavone pur essendo il primo più forte e più pesante ha la peggio, in quanto il pavone è più rapido ad alzarsi in volo. Il pavone non capisce il gesto di sottomissione e il tacchino rischia di morire.
Pag 167 Nell'uomo il gesto di sottomissione è diventato un'inibizione sociale solo grazie al codice cavalleresco mediovale.
PAg 168 Il lupo affida la vita alla "correttezza cavalleresca" quanto c'è da imparare per l'essere umano.
PAg 169 una sola specie ha sviluppato armi non cresciute sul corpo, non rientranti nella struttura funzionale ed è l'uomo.
PAg 172 I cani sono sorpredentemente bravi nel capire quando hanno le spalle coperte. Gli altri animali sono schiavi dell'uomo solo il cane è amico.
PAg 173 L'uomo domina il cane leader che a sua volta domina il resto del branco.
PAg 174 In tutte le razze canine scorre sangue di sciacallo (cane aureus). Il patto di fedeltà che un cane stringe con un solo padrone è una cosa misteriosa. Il periodo d'oro per il legame è tra i 5 mesi e i 18 mesi.
PAg 175 La fedeltà al branco trasferita all'uomo e la fedeltà infantile resa permanente sono i due comportamenti del cane.
Pag 176 il cane lupus se ha giurato fedeltà è per sempre, è amico e non schiavo, se abbandonato diventa incontrollabile.
PAg 177 Il cane aureus (cioè discendente dagli scacalli) sa di dover ubbidire. Rimangono infantili per sempre non hanno carattere.
Pag 178 Un cane molto aureus è un cane di tutti (si sottomette a tutti) e si perde con molta facilità cani da caccia con orecchie pendule.
PAg 180 Il cane di sangue lupino è molto pulito sembra un felino.
Pag 182 unione tra cane pastore Bobi e cane Chow Pygi non pianificata.
PAg 183 Gli animali ci aiutano a ristabilire quell'immediato contatto con la sapiente realtà della natura che è andato perduto nell'uomo civilizzato
Pag 189 Per allevare anitre selvatiche come fosse la madre Lorenz deve camminare a 4 zampe e fare sempre "qua qua" altrimenti piccoli piangono.
Pag 192 Il volo dalle battute regolari significa intenzione per un grande viaggio.
Pag 200 Cani hanno comportamenti commessi con l'ordine gerarchico.
PAg 202 Il coraggio e la padronanza della situazione si misurano dalla posizione delle orecchie e dagli angoli della bocca.
PAg 203-210 Gli esempi di movimenti espressi della sicurezza e della paura autoaffermazione sottomissione agressività e difesa.
Pag 210 Una regola ereditaria cavalleresca è la protezione e non agressività verso cuccioli e femmine. Per i "cani lupus" vale solo per le femmine del branco, per i cani sciacallo per tutte le femmine.
PAg 210 L'etmologo e lo zoologo studiano i rapporti sistematici e filogenetici.
PAg 212 Tra gli animali della stessa specie i cuccilo sotto 6 mesi sono inviolabili i cuccioli si girano sul dorso e orinano.
PAg 212 Prochive
Setter gordon => triste
Terrier => comico e fedele
Boxer => Bonaccioni e grossolani
PAg 218 Comprare un cane perfettamente sano. Pedigree corto ma vitale. Qualità psichiche sono molto più facilmente trovabili in un meticcio che un cane esteticamente perfetto con pedigree.
Pag 220 Della vivacità si deve calcolare anche in funzione dell'appartamento
Pag 220 Il setter è sentimentale basta stare col padrone soffre meno anche in case piccole.
Pag 224 Femmina più intelligente e più fedele
Pag 226 Il gatto non graffia senza prima avvertire
PAg 227 Quando un cane inaspettativamente minaccia gatto, il gatto dopo aver avvertito graffia e scappa. L'assalto breve è un mezzo per togliersi dai pasticci.
Pag 229 Il gatto a meno che stia allattando non mette mai in atto minacce.
Pag 229 Il cane vecchio si vergogna di abbaiare contro il padrone e fa finta che sta abbaiando a qualcosa dopo il cancello (Furbizia)
Pag 232 La cagnetta Stasi finge di zoppicare per infammazione del tendine quando si va in luoghi a lei non graditi.
Pag 234 Il cane (a parte nei confronti di altri cani maschi) è molto pacifico in casa. Quest'atteggiamento e l'ha anche un rapace come l'astore. Caprioli possono crescere vicino alla tana dei lupi.
Pag 236 L'animale da preda uccide senza odio
PAg 239-240 Nel gioco il gatto addenta alla gola come nel movimento di uccisione del bufalo
PAg 241 Il più attrativo per il cane è il coniglio
Pag 242-243-244 Lemure che non ha figli fa da mamma adottiva MAxi
PAg 245 L'uomo ha una visione specializzata in centro retina, mentre gli animali hanno una migliore visione periferica.
PAg 246 Gli animali quando fissano lo fanno per breve tempo e spesso non si tratta di nulla di buono. Quindi per ingraziarsi un animale non lo fissare. La scimmia ha una visione come un uomo.
Pag 247 I cani sono molto più pazienti dei gatti con i bambini (le scimmie trattate come bambini)
PAg 248 tolleranza reciproca tra animali non è amicizia
Pag 248 C'è una difficioltà linguistica tra specie diverse
Pag 251 Gli istinti di un animale selvatico sono diretti ad un vantaggio suo o della sua specie. Queste due istanze non sono mai in conflitto con un certo dovere imposto dalla società. Il linguaggio e l'accumulazione del sapere comune hanno portato l'uomo ad un'evoluzione storica molto più veloce di quella organica.
Pag 252 l'uomo non può più affidarsi agli istinti

PAg 253 "posso elevare la regola della mia azione a legge naturale universale"
Pag 254-255 Lorenz porta a casa un cane che si azzuffa con il cane di casa Bully nello studio. Lorenz per dividere i cani viene morso ad un mignolo da Bully. Bully assalito da una turba neurovegetativa quasi non cammina più. Aveva contravvenuto a un'inibizione ancorata nella vita emotiva.
Pag 263 Il termine canicola è etimologicamente connesso con i greci con Sirio.
Pag 264 Un animalesco nirvana da contrapporre al lavoro intellettuale più facile in compagnia di un cane selvaggio.
Solidago canadese, uccello ballerina nera
PAg 270 Il danubio sembra tropicale ( )
  AlbyVintage | Jun 6, 2012 |
How open systems work, management teams for example.
  mdstarr | Sep 11, 2011 |
Mostrando 1-5 de 10 (seguinte | mostrar todos)
sem críticas | adicionar uma crítica

» Adicionar outros autores (18 possíveis)

Nome do autorPapelTipo de autorObra?Estado
Lorenz, KonradAutorautor principaltodas as ediçõesconfirmado
Celli, GiorgioIntroduçãoautor secundárioalgumas ediçõesconfirmado
Dillon, DianeArtista da capaautor secundárioalgumas ediçõesconfirmado
Dillon, LeoArtista da capaautor secundárioalgumas ediçõesconfirmado
Huxley, JulianPrefácioautor secundárioalgumas ediçõesconfirmado
Schwarz, LauraTradutorautor secundárioalgumas ediçõesconfirmado
Tinbergen, N.Prefácioautor secundárioalgumas ediçõesconfirmado
Warren, HansTradutorautor secundárioalgumas ediçõesconfirmado
Wilson, Marjorie KerrTradutorautor secundárioalgumas ediçõesconfirmado
Tem de autenticar-se para poder editar dados do Conhecimento Comum.
Para mais ajuda veja a página de ajuda do Conhecimento Comum.
Título canónico
Informação do Conhecimento Comum em inglês. Edite para a localizar na sua língua.
Título original
Títulos alternativos
Data da publicação original
Pessoas/Personagens
Locais importantes
Acontecimentos importantes
Filmes relacionados
Prémios e menções honrosas
Informação do Conhecimento Comum em inglês. Edite para a localizar na sua língua.
Epígrafe
Dedicatória
Primeiras palavras
Citações
Informação do Conhecimento Comum em inglês. Edite para a localizar na sua língua.
Nein, ich vermenschliche nichts mit dieser Ausdrucksweise, hat man nur begriffen, dass das zumenschliche fast immer das Vor-menschliche ist, und daher das, was wir mit den Höheren Tieren gemeinsam haben. Man mag mir glauben: Ich projiziere menschliche Eigenschaften ganz sicher nicht in das Tier. Eher tue ich das Gegenteil: ich zeige wieviel tierisches Erbe auch heute noch im Menschen steckt.
Últimas palavras
Nota de desambiguação
Editores da Editora
Autores de citações elogiosas (normalmente na contracapa do livro)
Língua original
Informação do Conhecimento Comum em alemão. Edite para a localizar na sua língua.
DDC/MDS canónico

Referências a esta obra em recursos externos.

Wikipédia em inglês (2)

Solomon, the legend goes, had a magic ring which enabled him to speak to the animals in their own language. Konrad Lorenz was gifted with a similar power of understanding the animal world. He was that rare beast, a brilliant scientist who could write (and indeed draw) beautifully. He did more than any other person to establish and popularize the study of how animals behave, receiving a Nobel Prize for his work. King Solomon's Ring, the book which brought him worldwide recognition, is a delightful treasury of observations and insights into the lives of all sorts of creatures, from jackdaws and water-shrews to dogs, cats and even wolves. Charmingly illustrated by Lorenz himself, this book is a wonderfully written introduction to the world of our furred and feathered friends, a world which often provides an uncanny resemblance to our own. A must for any animal-lover!

Não foram encontradas descrições de bibliotecas.

Descrição do livro
Resumo Haiku

Ligações Rápidas

Capas populares

Avaliação

Média: (3.94)
0.5
1 1
1.5 2
2 11
2.5 2
3 14
3.5 10
4 72
4.5 4
5 41

É você?

Torne-se num Autor LibraryThing.

 

Acerca | Contacto | LibraryThing.com | Privacidade/Termos | Ajuda/Perguntas Frequentes | Blogue | Loja | APIs | TinyCat | Bibliotecas Legadas | Primeiros Críticos | Conhecimento Comum | 155,667,751 livros! | Barra de topo: Sempre visível